Contributi Fondo Innovazione: ecco come ottenerli per il tuo Comune

Il Ministero dell’Innovazione, in data 15 dicembre, ha pubblicato sul sito della società PagoPA Spa l’Avviso Pubblico, che consente ai Comuni di accedere alle risorse del Fondo per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

In particolare, i contributi sono destinati agli Enti locali che devono effettuare o completare l’adesione alle principali piattaforme abilitanti nazionali: SPID, pagoPA e IO app.

Prima di vedere come accedere ai contributi erogati dal Fondo innovazione, faremo un accenno a quanto disposto dal Dl Semplificazioni per gli Enti locali.

Dl Semplificazioni

Il Fondo per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione costituisce, difatti, un supporto agli Enti locali per poter adempiere agli obblighi introdotti dal Dl Semplificazioni (Decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76). Infatti, il Decreto prevede che le amministrazioni devono rendere fruibili tutti i propri servizi in digitale ed essere accessibili anche da dispositivi mobili tramite IO (l’app dei servizi pubblici). Inoltre, il Decreto stabilisce che l’accesso ai servizi pubblici deve avvenire solo tramite credenziali SPID o CIE e i pagamenti online verso le Pubbliche Amministrazioni devono essere consentiti solo tramite la piattaforma pagoPA.

I progetti di trasformazione digitale, tramite cui attuare le disposizioni del Dl Semplificazioni, devono essere avviati entro il 28 febbraio 2021.

Come partecipare all’Avviso Pubblico

In primo luogo, possono richiedere il contributo tutti i Comuni italiani che devono effettuare o completare la migrazione alla piattaforma pagoPA, l’adesione al sistema SPID e l’integrazione all’App IO, fatta eccezione per i Comuni che sono ricompresi in accordi Regionali con finalità analoghe a quelle individuate dall’Avviso Pubblico.

Per accedere al Fondo, le amministrazioni interessate devono presentare domanda di adesione entro il 15 gennaio 2021 tramite procedura online. La compilazione della domanda deve essere effettuare sulla piattaforma messa a disposizione da PagoPA Spa. Tramite una procedura guidata, l’utente potrà facilmente compilare la richiesta, che, successivamente, dovrà essere scaricata, firmata digitalmente e, infine, sia ricaricata sulla piattaforma che inviata tramite PEC. Per maggiori informazioni sulla procedura di adesione, è possibile consultare il manuale operativo.

Contributo ed Erogazione

La quota di contributo sarà assegnata ai Comuni in base alla popolazione residente:

0 – 5.000 abitanti                    € 3900
5.000 – 40.000 abitanti           €7950
40.000 – 200.000 abitanti       € 11.850
>200.000 abitanti                    € 50.000

Il contributo verrà erogato, a seguito di determinati obiettivi raggiunti, in due tranche: la prima, pari al 20%, per le attività concluse entro il 28 febbraio 2021 (rendicontate entro il 31 marzo 2021); la seconda, per il restante 80%, per le attività concluse entro il 31 dicembre 2021 (rendicontate entro il 31 gennaio 2022).

Obiettivi da raggiungere

Entro il 28 febbraio 2021, ai fini dell’ottenimento del 20% del contributo bisognerà raggiungere i seguenti obiettivi:

Piattaforma pagoPA

  • Adesione da parte del Comune
  • Migrazione e attivazione di: almeno 1 servizio di incasso, se il Comune ha aderito alla piattaforma pagoPA durante la vigenza del presente Avviso; almeno 2 nuovi servizi di incasso, se il Comune ha aderito alla piattaforma pagoPA prima della pubblicazione del presente Avviso

App IO

  • Adesione del Comune
  • Integrazione di almeno 1 servizio digitale del Comune sull’app

SPID

  • Abilitazione di servizi online all’accesso mediante SPID
  • Comunicazioni dei servizi attivati verso AgID come da normativa SPID

Entro il 31 dicembre 2021, ai fini dell’ottenimento del restante 80% del contributo bisognerà raggiungere i seguenti obiettivi:

Piattaforma pagoPA

  • Migrazione e attivazione d almeno il 70% dei servizi di incasso erogati dal Comune (obiettivo definito “full pagoPA”)

App IO

  • attivazione di almeno 10 servizi digitali sull’app (obiettivo definito“full IO”)

SPID

  • Abilitazione di servizi online all’accesso mediante SPID, qualora l’obiettivo non sia stato raggiunto entro il 28 febbraio 2021

Le attività che Publisys può svolgere per il tuo Comune

Publisys – qualificato come Soggetto aggregatore per SPID –  affianca gli Enti locali dalla richiesta di adesione all’Avviso per l’ottenimento dei contributi erogati con il Fondo Innovazione fino all’adempimento di tutti gli obblighi previsti, attraverso le seguenti attività:  

  •  assistenza per la domanda di adesione;
  •  assistenza e consulenza nelle successive fasi di rendicontazione;
  • trasformazione digitale dei servizi erogati a sportello dall’Ente tramite le nostre piattaforme SIOPI e Sportello Unico Digitale
  • supporto in tutte le attività tecniche e amministrative relative all’abilitazione a pagoPA, SPID e app IO e, conseguente, integrazione dei servizi digitali erogati dall’Ente per il raggiungimento degli obiettivi richiesti dall’Avviso Pubblico.

Per maggiori informazioni su come accedere ai contributi del Fondo Innovazione tecnologica e Digitalizzazione, contattaci tramite il form del nostro sito .

 

 

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy